Fondazione Mission Bambini

Educazione

PROGETTO MILANO MARATHON 2022: INVESTIAMO NEL FUTURO

 IL CONTESTO

Sulla base degli obiettivi nazionali ed europei si è assistito, negli ultimi anni in Italia, ad una crescita dell’offerta degli asili nido e dei servizi per l’infanzia.

Una crescita importante che risulta però da un lato ancora troppo lenta e dall’altro ancora non equamente distribuita sul territorio.

Fondazione Mission Bambini si occupa di infanzia dal 2006 garantendo l’accesso gratuito ai servizi per i bambini e famiglie in condizione di alta fragilità economica e sociale.

Sono ad oggi 12.878 i bambini supportati e oltre 30 le strutture per l’infanzia con cui la Fondazione ha collaborato in Italia con una forte prevalenza al Sud.

IL PROBLEMA

In Italia, secondo i dati Istat, sono oltre 2 milioni il numero di famiglie che riversano in condizioni di povertà economica, a cui spesso si accompagna una povertà educativa, caratterizzata da violenza, abbandono, dipendenze e criminalità.

Purtroppo questo causa, già dal primo anno di vita, disuguaglianze tra i bambini sia per il loro stato di salute che per competenze cognitivo e socio-relazionali.

A tre anni queste differenze diventano ancora più ampie e continuano ad accrescersi negli anni successivi.

Questo è dovuto alla difficoltà ad accedere ai servizi per la prima infanzia ed alla scarsa qualità dei percorsi pedagogici proposti.

IL PROGETTO

OBIETTIVO GENERALE: creazione di servizi per l’infanzia accessibili e ad alto impatto educativo capaci di lavorare a 360° sul territorio accanto a bambini, famiglie e comunità territoriale.

COME: attraverso 3 aree di intervento:

  • Bambini 0-6 anni: garantendo la completa gratuità di accesso per i bambini più indigenti e offrendo un progetto educativo costruito sulle loro reali necessità e bisogni.
  • Famiglie: attivando corsi di formazione, gruppi di confronto, consulenze psicologiche, webinar, incontri online e piattaforme digitali ricche di contenuti pedagogici. E’ prevista anche la creazione di un “Fondo Famiglie” per supportare le famiglie più fragili nel soddisfare bisogni concreti (beni alimentari, ma anche pagamento di utenze).
  • Centri per l’infanzia: migliorando le strutture e le competenze professionali degli educatori attraverso:
    • Formazione: offrendo percorsi di formazione sui temi pisco-pedagogici legati all’infanzia.
    • Dotazioni tecnologiche ed arredi: fornitura di materiale tecnologico come LIM, proiettori, tablet, laptop e materiale didattico come colori, giocattoli, strumenti musicali, fogli oltre a fornitura di arredi interni ed esterni.

Video:

Rete del Dono: