Associazione CAF

Accoglienza e cura di minori allontanati dalla famiglia d'origine per gravi maltrattamenti

CORRI PER BENE ALLA MILANO MARATHON 2021

L’Associazione CAF nasce come centro specializzato per la cura di minori vittime di abusi e maltrattamenti in famiglia. All’interno delle sue 5 Comunità Residenziali offre un piano di cura integrato ed un sostegno psicopedagogico calibrato sulla storia e sulle esigenze del singolo minore e della sua famiglia d’origine.

Per realizzare un progetto di cura efficace per questi minori gravemente traumatizzati, è necessario innescare un circolo virtuoso di interventi che, partendo dall’organizzazione quotidiana, mettano in relazione il funzionamento globale del minore, il suo comportamento/le relazioni nella vita di Comunità e la sua storia famigliare.

Accanto agli interventi psicoeducativi individualizzati per ogni minore accolto (interventi finalizzati in modo specifico alla rielaborazione delle gravi esperienze traumatiche che hanno determinato l’allontanamento dalla famiglia di origine), bisogna quindi affiancare anche una gestione della vita quotidiana in Comunità che favorisca il processo di cura di ogni bambino accolto. È quindi necessario creare un ambiente sano e sicuro che offra una regolarità di ritmi e di attività, capaci di fornire una risposta attenta ed empatica ai bisogni del bambino.

Lavorare con questi minori significa, prima di tutto, garantire ad ognuno di loro tutto quello che una normale famiglia offrirebbe al proprio figlio, integrandolo poi con interventi professionali di cura e gestione del trauma. Il contributo degli Enti Pubblici Territoriali che hanno in carico i minori permette di poter sostenere soltanto una parte dei costi dell’accoglienza in Comunità, tutto il resto è un extra a carico dell’Associazione.

Consulti medico-specialistici, vacanze e tempo libero, un nuovo taglio di capelli o un nuovo paio di scarpe, lo zaino nuovo, il vestito per la Comunione, il piumino nuovo per l’inverno, sono spese periodiche normali per qualunque famiglia, ma per la nostra Associazione, che si occupa per 365 giorni all’anno di 30 bambini tutti insieme, rappresentano invece complessivamente un costo molto importante.

E siccome vivere in Comunità è di per sè un’esperienza difficile, l’Associazione CAF crede fortemente che poter dare a questi bambini e a questi ragazzi un’occasione di normalità (spesso mai sperimentata nell’ambiente familiare di origine) sia fondamentale perché tale esperienza possa essere davvero un’efficace opportunità di crescita e cura, in grado di spezzare la catena che troppo spesso trasforma i minori vittime di violenza in adulti violenti o trascuranti.